su Francesca Coppola, vincitrice del concorso Pensare Scrivere Amare

Francesca Coppola

Nell’era della computerizzazione e dei social è facile perdersi e non ricordarsi. Ma a volte è facile anche ritrovarsi.

C’era una volta una ragazzina che sui social mi seguiva molto, aveva il piacevole nickname di un fiore e mi scriveva molto spesso. Io appena avevo iniziato a fare i primi passi nella poesia in italiano. Lei mi seguiva e questo mi dava una certa sicurezza nell’andare avanti. Non sapevo niente di lei, né dove abitasse né cosa facesse: qualche scambio di vedute sul mio modo di scrivere e sul mio coraggio. La cosa mi lusingava molto. Per il resto, la ragazza era molto riservata. Voleva sapere le cose e non voleva imporsi in nessun modo.

per leggere tutto vai su:
http://www.versanteripido.it/lironia-e-una-cosa-seria-rubrica-di-n-bondarenko-23/